domenica 8 aprile 2012

abituarsi a...

Una piccola riflessione...
da anni assistiamo con distacco a scandali politici tali, che in qualsiasi altra parte del mondo le persone coinvolte si dimetterebbero immediatamente..

Qui no.
Furti di denaro pubblico?  beh, lo fanno tutti...
Abusi di potere? beh, è normale...
Festini hard con minorenni? beh, beato lui...
Collusioni con il crimine organizzato? beh, si sapeva già...
Tangenti? beh, il mondo va così...
Leggi "ad personam"? beh, doveva pur governare...
Dopo aver portato l'Italia sul baratro, si consegna il potere alle Banche Mondiali? beh, ma non si chiama governo tecnico?
Qui, in Italia, nel Bel Paese, il popolo di poeti, santi, navigatori ed ignavi dopo qualche settimana dimentica tutto.
Qualche "distrazione di massa" et voilà, il gioco è fatto.
Qualche gossip, qualche notizia "pompata ad arte", qualche nuovo gioco a premi.

Spero che in un futuro i nostri nipoti ci diranno: "ma perchè non avete fatto niente?"
Spero che nei libri di storia questo "nuovo ventennio" venga classificato come il periodo storico nel quale si è volutamente distrutta la Morale del popolo italiano.



Allo stesso modo il collezionista si abitua a comprare nuove macchine.
Non valuta con attenzione, compra.

E poi una volta a casa...
Si chiede disperato:
"cosa ho fatto??"

Nessun commento:

Posta un commento

Simpatica intervista alternativa

 Buona lettura! 😁 https://mag.sensaterra.com/it/2021/01/14/il-collezionismo-piu-di-700-caffettiere-antiche/