Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Aprile, 2017

Toscana Express : che combinazione!

Le sincronicità sono sempre sorprendenti! Poco tempo fa ricevetti in regalo una caffettiera mai vista prima http://caffettiere.blogspot.it/2017/03/lamil-toscana-express-camaiore.html ed ecco apparirne un'altra.. Ovviamente nuova, mai usata. Ovviamente più piccolina dell'altra così mi ritrovo costretto (con gran fatica) a tenerle entrambe. La parte più interessante è il collarino estremamente largo e sproporzionato. Splendidi i filtri semi artigianali. Certamente creati con una pressa apposita fatta in casa.
Ecco le due sorelle affiancate. Non saprei decidere quale mi piace di più. Fortuna? Semplice fortuna? Casualità? Lo scoprirò a breve.

F.A.R.E. o Thermax?

Ecco a voi due splendide caffettiere  che tutti gli appassionati ben conoscono: le F.A.R.E. (Fabbrica Apparecchi a Riscaldamento Elettrico) di Milano, Brevetti Amleto Selvatico. Il sig. Amleto creò attorno al 1910 una delle primissime basi elettriche per caffettiere: il cavo, con i due classici spinotti in bachelite (o in alcuni rari casi in legno) che si innestavano sulla base, aveva all'estremità opposta un'attacco a vite in modo da poter prelevare la corrente elettrica svitando una lampadina e sostituendola con lo stesso. 
All'epoca non esistevano ancora le prese di corrente! Occupandosi di apparecchi elettrici si rivolse alle due ditte produttrici di caffettiere che a Milano, all'epoca, andavano per la maggiore: la Oikos (nella prima immagine a sinistra) e la Giussani 
(a destra).
Di norma le caffettiere così assemblate non erano quindi marchiate dai costruttori originali, mentre la base riportava il marchio F.A.R.E. applicato su placchetta in ottone con scritte in ri…

La Lupa di David

Ringrazio, assieme a tutti i collezionisti e appassionati, il sig. David Arduini di Pisa che ci ha messo a disposizione queste splendide immagioni della sua Lupa nuova di zecca. La macchina come potete vedere è in condizioni superbe. Grande! 6 tazze! L'alluminio "Krunal" è effettivamente più lucido rispetto alle leghe  che si usavano all'epoca. (per riferimenti cliccate qui) 1800 lire erano sicuramente un prezzo interessante se pensiamo che negli stessi anni (1959 circa) la moka Bialetti da 6 tazze costava 1700 lire. La sua caratteristica innovativa e migliorativa ne decretò purtroppo il suo insuccesso.
Lo sviluppo cilindrico rendeva necessario un aumento di altezza della caldaia ed aumentava la quantità di aria rimasta intrappolata tra il filtro e l'acqua. In pratica serviva minor calore per far salire il caffè e questo si traduceva in un caffè meno sovraestratto rispetto alla moka. Se osservate bene nella pubblicità vengono addirittura indicati 92°C. Quindi la Lupa avre…

Elettrexpress Fiorensoli - A.M.E.R. (parte 4)

Pubblico anche se in ritardo le foto dell'incontro dell'altr'anno con il sig. Fiorensoli. Una grande emozione poter conoscere il figlio del sig. Abdon. Abbiamo condiviso storia e passione... ...anche assieme alla moglie. Spesso le coincidenze accadono, ma bisogna volerlo fortemente!
per riferimenti: 

http://caffettiere.blogspot.it/2016/02/elettrexpress-fiorensoli-amer-parte-1.html

http://caffettiere.blogspot.it/2016/04/elettrexpress-fiorensoli-amer-parte-2.html

http://caffettiere.blogspot.it/2016/05/elettrexpress-fiorensoli-amer-parte-3.html