sabato 15 agosto 2009

La Vesuviana da 1 tazza


Della Vesuviana ve avevo già parlato in uno dei miei primissimi post.
Nel febbraio del 1946 i fratelli Bialetti presentarono la domanda poi relativa al brevetto n° 415468 .

Qui sopra possiamo ammirare il disegno del brevetto svizzero del 1947.

Questo splendido esemplare da 1 tazza mi è stato gentilmente donato da amici di mia madre: cercato a lungo in una soffitta ( e ringrazio infinitamente di questo ), era uno dei giochi più utilizzati da 3 generazioni di bambine in un remoto paesino friulano.

La macchina dovrebbe essere una seconda serie, la prima aveva il sistema di ritenzione del filtro attuata mediante 2 perni in ferro, successivamente poi sostituiti da una fusione.
Inoltre il tappo della prima serie era aperto ad anello, simile a quello del brevetto.
La costruzione e la diffusione fu affidata alla O.M.G. probabilmente per motivi di marketing.

Gli spessori dei materiali sono a dir poco esagerati, ma danno il senso di assoluta robustezza, prerogativa delle macchine post-belliche.

Il filtro ha purtroppo il manico crepato, ma non credo che effettuerò alcun restauro; la macchina ha troppa "storia" addosso, troppa personalità così com'è.

Vorrei far notare che tutti i fori in uscita del filtro sono stati ripassati all'epoca, a mano, al trapano uno per uno (cliccate sulla foto se non mi credete!).

Il caratteristico filtro a peso è a dir poco commovente per logica e funzionalità.

La misteriosa vite in ottone altro non era che il sistema pratico per chiudere il foro necessario per la fuoriuscita della terra di fusione.
Sconsiglio vivamente ai curiosi di cercare di rimuoverlo.

La macchina vista dal basso presenta la caratteristica sopraelevazione del reggitazza.
Tanto stile ed armonia delle forme per un risultato eccellente.
Il caffè ottenuto è buono, non ai livelli dei modelli successivi, ma comunque al di sopra della media.

10 commenti:

  1. QUESTA LA VOGLIO ANK'IOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO !

    RispondiElimina
  2. Ciao mi chiamo Massimo,durante una ricerca ho visto questa Vesuviana da una tazza e volevo sapere se è elettrica,perchè io ne ho una elettrica.

    RispondiElimina
  3. Ciao sono Massimo, volevo sapere se la Vesuviana è elettrica,perchè io ne ho una elettrica.

    RispondiElimina
  4. Ciao Massimo Maria.
    La risposta è no.
    Questa macchina veniva posta su fonte di calore esterna.
    Se hai una elettrica non è una rarità, a meno che tu non ce l'abbia da 1 tazza!

    RispondiElimina
  5. bonjour,
    je viens d'en récupérer une presque identique
    les différences : le filtre est indépendant, en aluminium peut-être, s'insère dans le porte filtre qui a exactement la même forme que sur votre photo.
    dessous, c'est légèrement creusé sous la partie "pichet".
    je pense que c'est une 2 tasses.
    le "pichet" a un couvercle et l'anse est différente
    le bouchon n'a pas les "petites boules"
    par contre l’intérieur du bouchon ne s'enlève pas mais semble permettre une échappée de vapeur si nécessaire : sécurité au cas où on l'oublierait sur le feu ?

    quel est ce matériau et comment le faire revenir: il est "piqueté" de petites tâches sombres...

    merci pour les photos et infos

    RispondiElimina
  6. anche io ce l'hoooooooo...l'ho avuta dai miei suoceri...

    RispondiElimina
  7. ciao mi chiamo denis. io ho il modello con il tappo ad anello, può interessarti?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Denis, scrivimi a lvxtrieste@gmail.com e mandami qualche foto

      Elimina
  8. Ciao... io ho questo modello brevetto 415468.... Ma nn saprei nemmeno il valore.... qualcuno sa dimi quanto potrebbe valere???

    RispondiElimina

Il test definitivo della moka

Ma che titolo pomposo! In realtà non c'è nulla di definitivo: ogni test è un esperimento quasi unico, ma oggi ho voluto farne sei p...