Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Maggio, 2011

La tragedia Atomica

Ho rimosso un post "maledetto" di pochi giorni fa. 318 volte ho pubblicato qualunque cosa prima di allora, senza alcuna noia sostanziale. Ho preso in giro il mondo dei collezionisti, con delicatezza, ma perchè ne faccio parte anch'io. Chiamiamola autoironia.
Questo è un blog di nicchia per pochi appassionati. Pochi leggono e pochi contestano.
Ma quando su un solo post ricevo troppe telefonate, e mail infuocate, e commenti, e mi ritrovo costretto ad apportare modifiche su modifiche... allora si perde lo spirito anche un pò goliardico e guascone che caratterizza i miei piccoli articoli. Alla decima revisione, cercando di accontentare tutti, ho deciso di apportare un bel taglio radicale.
Tolto il post tolto il problema?

Caffè in capsule

60-70 euro al kg.  What else?
io il caffè in grani di alta qualità lo pago da 14 a 20 euro al kg.
e lo uso con qualunque macchina espresso o caffettiera...
comprereste un'automobile che può usare solo la benzina che costa 5 volte tanto ( e di un singolo produttore )?

Se George Clooney la pubblicizza.. sicuramente si!

Angelo Moriondo

97 anni sono passati dalla dipartita del sig. Angelo Pochi lo conoscono. Pochi lo ricordano. Fatelo, se nei prossimi giorni vi berrete un espresso...

Chiavi di ricerca (16)

Prendo spunto da un blog che non posso citare, (ma che rimane per me un punto di riferimento) per allietare i miei lettori con le frasi-parole chiave che le persone hanno utilizzato nei vari motori di ricerca per arrivare qui.
Alle migliori domande (o frasi sconfusionate) cercherò di dare le mie migliori (!) risposte.
Tanti mi hanno chiesto cosa fossero queste chiavi: questo è un esempio (cliccate qui sopra)  :tutti quelli che sono approdati a questo blog, avevano digitato le parole elencate.
Se vi piacciono queste chiavi pubblicate oggi, vi consiglio di cercare le altre nel mio archivio, oppure cliccate qui.

D: caffettiera di pasta fimoR: chissà com'è buono il caffè!
D: caffè kopi luwak vendita bolognaR: spendi tanto, ma alla fine non è un granchè... per qualcuno è proprio un caffè di m...
D: duraglit tossicoR: Solo se non usi i guanti e poi ti lecchi le dita... ma tanto è fuori produzione.
D: caldaia di potsdam-uovo russo venditaR: A breve Luciano…

La Aeropress

Se qualcuno tra i miei lettori avrà mai esplorato i siti oltreoceano, conoscerà molto bene la Aeropress. Semplice, divertente e dal prezzo inferiore alla concorrenza, questo "apparecchio" per la produzione di caffè "espresso" (inteso come velocità...) è sicuramente il più venduto negli Stati Uniti da almeno 4 anni. Ero molto curioso, e così grazie alle coincidenze che accadono quando desideriamo qualcosa, ho deciso di contattare la Aerobie e farmene spedire una. Ringrazio Gary per avermene parlato al momento giusto. E' proprio come indicato sul coperchio: si inserisce il caffè e l'acqua calda... Si preme per circa 20 secondi... E... buon caffè! In questo post vi mostrerò solamente come si presentano le parti una volta aperta la confezione. I test seguiranno a breve.
Qui  possiamo notare il cucchiaio dosatore e la paletta per miscelare. Questo è il tappo porta filtro. L'imbuto per gli sporcaccioni (necessario se avete la mano tremolante o macinate direttamente nell…

Bazzara cafè: le Sidamò

J’aime ta couleur café
Tes cheveux café
Ta gorge café
J’aime quand pour moi tu danses
Alors j’entends murmurer
Tous tes bracelets
Jolis bracelets
À tes pieds ils se balancent 
Couleur café
Que j’aime ta couleur café
Couleur café
Que j’aime ta couleur café
Ebbene si! I Bazzara Bros hanno anche altre attività oltre a quella di scrivere libri.
Una di queste è la vendita di ottimi caffè in grani.
Talvolta, quando voglio concedermi un piccolo lusso, mi preparo un'espresso con il loro Sidamo. Il Sidamo è uno dei migliori caffè che abbia mai bevuto e proviene dal sud ovest dell'Etiopia. Delicato, acidulo e difficile da preparare a casa, regala sensazioni eccelse al palato. Fiori, frutti e profumi intensi si sprigionano ad ogni sorso. Semprechè... riusciate a trovare la giusta temperatura d'estrazione. Io ogni tanto ci riesco. E me lo godo.

come fare un cappuccino con l'Atomic

Mik, da Vienna, ci mostra la sua perizia. Ma... mi sembra assurdo che nella patria del cappuccino non ci sia nessuno che perda 5 minuti per dimostrare come si può prepararne uno con la propria Atomic. Io mi ritengo fuori concorso...

Agrolux : l'ungherese "a vuoto"

Johannes Brahms ci introduce con gioia esplosiva alla visone di questa piccola Agrolux.
Ungherese... come la sua celeberrima Danza n°5 in G minore.
Giorgio la teneva abbandonata in un garage... Ed io lo sapevo...
Ma portamela a Gradisca che la voglio provare! No? Non consideravo il fatto che non era perfettamente sana, e che le guarnizioni avevano subito una cottura sconsiderata... una quarantina d'anni fa. Dopo solo 4 ore di pulizie ed imprecazioni irripetibili, eccola qui, pronta a fare il suo sporco lavoro! La resistenza di 300 Watt scalda rapidamente l'acqua ; il vapore così creatosi la sospinge verso il recipiente superiore. Una volta tolta l'alimentazione elettrica, il repentino raffreddamento crea del vuoto nel recipiente inferiore, risucchiando rapidamente l'infuso verso il basso. La macchina non sarà bella da vedere con tutto quel teflon bianco...  Ma almeno funziona!
Il caffè ottenuto? Lasciamolo agli ungheresi. La colpa è tutta mia: avevo il terrore che la boccia inferi…

bia 2 - OMG - Bialetti

Anche le caffettiere "normali" hanno il diritto di essere ammirate.
Vi presento la bia2 ! La bia2 non sarà un'oggetto raro... ma anch'essa ha un suo fascino. Un buon esercizio stilistico della Bialetti, credo anni '90. La base più larga rispetto alla caldaia le permette di utilizzare un fuoco più "corposo". Il coperchio ci ricorda il modello (cosa rara!) ed il produttore (O.M.G.). La macchina non ha particolarità tecniche, tranne che per un mistero: una doppia fresatura sul filetto. Qui la potete vedere in dettaglio;  a cosa servisse proprio non lo capisco. Qualche idea?

to Atomic or not to Atomic

Vi segnalo una bella carellata di marchi "atomici". Chiunque ne avesse qualcun'altro da aggiungere o avesse notizie extra, mi scriva e farò da tramite con l'autore, monsieur Janvier, che ve ne sarà grato.

niki express # 2

La Niki Express è una di quelle macchine che ci ispirano simpatia alla prima occhiata. Queste caffettiere erano in grado di erogare 2 caffè alla volta, oppure mediante l'ausilio del tappino in ottone, 1 solo caffè. La Niki da me presentata l'anno scorso assomiglia molto alla qui presente, pur con qualche differenza. La guarnizione verde acqua è in silicone... lo sapete, ci tengo che le mie caffettiere siano sempre pronte all'uso... Anche questa caldaia presenta le fresature per il livello dell'acqua necessaria per una o due tazze. Stesso dicasi per il filtro con incisa "a prova di stolto" l'indicazione per la quantità di caffè.
Simpatica macchinetta, probabilmente prodotta a cavallo tra gli anni '50 e '60, priva di  fronzoli, ma comunque ricca di fascino.

Elektra: il caffè è servito.

Lunedì 18 aprile 2011. ore 9.00. Dosson di Casier (Tv).
In una zona industriale atipica, particolarmente silenziosa, direi bucolica, (dove si possono ascoltare lo scroscìo dell'acqua ed il canto degli uccellini),  potreste imbattervi ...nell'Elektra.
A pochi minuti dal centro di Treviso, il tempo ha rallentato, ed ha permesso al cuore di sostituirsi alla ragione. La qualità contrapposta alla quantità. Qui non si producono semplici macchine da caffè, qui si regalano sogni, passioni, emozioni, arte.
Ho voluto abbinare questo mio post ad un classico, cantato nel '64 dagli Animals. Classico come le macchine qui prodotte.

La mia attività sindacale mi porta talvolta a visitare qualche fabbrica. Gli odori, lo sporco, il disordine e le facce rassegnate degli operai sono una costante.
Ma qui...
...qui no. Come un anno fa il sig. Mario si è dimostrato gentile, affabile e soprattutto paziente. Si è quindi prestato a farmi effettuare un "tour delle meraviglie industriali".
Vecchi macchina…