martedì 31 maggio 2011

La tragedia Atomica


Ho rimosso un post "maledetto" di pochi giorni fa.
318 volte ho pubblicato qualunque cosa prima di allora, senza alcuna noia sostanziale.
Ho preso in giro il mondo dei collezionisti, con delicatezza, ma perchè ne faccio parte anch'io.
Chiamiamola autoironia.

Questo è un blog di nicchia per pochi appassionati.
Pochi leggono e pochi contestano.

Ma quando su un solo post ricevo troppe telefonate, e mail infuocate, e commenti, e mi ritrovo costretto ad apportare modifiche su modifiche... allora si perde lo spirito anche un pò goliardico e guascone che caratterizza i miei piccoli articoli.
Alla decima revisione, cercando di accontentare tutti, ho deciso di apportare un bel taglio radicale.

Tolto il post tolto il problema?

3 commenti:

  1. uhuhuh ero incuriosita, così ho (faticosissimamente) trovato il post sfruttando le cache dei motori di ricerca...ahaahah vabbe', sei stato un po' acidello, anche se non mi frega molto di caffè e macchine e quel video era noiosetto (benchè alcune foto mi abbiano sorpreso). Immagino che quel sarcasmo pungente alla fine dell'intervento desse fastidio letto dai diretti interessati o simili.

    In ogni caso complimenti per il blog, è interessante! Un triestino, bisognava aspettarselo! Uff, devo passare al cattinara fra 2 settimane, mi consigli un posto in cui gustare un caffè particolare, o un bar in cui il caffè merita? Io ho presente solo il "caffè degli specchi" ma sul caffè ho l'impressione che sia più scena che altro.
    Silvia! :P

    RispondiElimina
  2. Ciao Silvia!
    Puoi provare al "Macinino" in Largo Barriera Vecchia: una simpatica torrefazione.
    Come caffè storici il Caffè S. Marco in via Battisti è bellissimo, ma il caffè è una ciofeca.
    Il Caffè Tommaseo, sulle Rive vicino piazza Unità è un'altro caffè storico, ma almeno preparano un'ottimo caffè Illy.
    Poi, girando, ci sono decine di bar "brutti sporchi e cattivi": se vedi tanti triestini che bevono caffè... non sbagli mai. Siamo molto esigenti!

    RispondiElimina
  3. Grazie...dalla tua descrizione mi ispira il macinino, ti farò sapere! Eh a vivere a Trieste si può sperimentare e girare, ma purtroppo (o per fortuna? il navigatore mi fa fare di quelle stradine ripidissime e con precipizio attaccato...da infarto) riesco a venire solo occasionalmente.
    Comunque mi son ricordata di un ottimo capo in bi al bar di ingegneria all'università, che dipendeva soprattutto da chi era la barista di turno... ;)
    Sempre Silvia

    RispondiElimina

Simpatica intervista alternativa

 Buona lettura! 😁 https://mag.sensaterra.com/it/2021/01/14/il-collezionismo-piu-di-700-caffettiere-antiche/