Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Settembre, 2014

Agenda del Piemont 2015

 Che bello trovarsi citato tra le fonti di una bellissima agenda! Dopo anni di fatiche, una piccola soddisfazione.  Ed apparire (non per caso) prima dell'INPI, di Della Bona e di Comunicaffè... non ha prezzo.

Lasciatemi far affiorare almeno ogni tanto un pò di ego...

Caffettiera per preparare il caffè di BARTOLOMEO ZANON (1828)

Vincent

Quante belle persone si possono conoscere collezionando macchine da caffè! Alcune rimangono solo un contatto email, altre hanno anche un volto o una voce, e altre ancora assumono forma e consistenza "reali". Vincent mi ha onorato della compagnia sua e di tutta la sua famiglia per un giorno intero. Sul suo sito potrete vedere qualche foto scattata assieme a Trieste, in Osmiza sul Carso e a casa mia. Chi vorrà visionare dal vivo la mia collezione sappia che il summenzionato programma è quasi obbligatorio.
http://machines.cafeslevier.free.fr/with%20my%20friends%20in%20Italy.html
Chissà, magari osservando bene le foto scoprirete macchine che non ho mai recensito nel blog... e non solo quello.
Buona visione e buona lettura!

La Nomad... live!

C'è tanto da imparare, non è una macchina semplicissima.

No, sto scherzando.
Funziona, è divertente da usare e quando la vedo...mi rallegro.
Sono contento di essere tra i primi acquirenti al  mondo.
Dovrei vedere ma penso di essere l'unico italiano ad aver rischiato, ed atteso un anno.

(cliccate sull'ingranaggio per aumentare la risoluzione del video)

Saret Torino

I piccoli mercatini dell'usato, quelli poco publicizzati, spesso regalano sorprese inaspettate. La Saret è una di queste. Mai avrei pensato di trovare una caffettiera a pompaggio ricircolante oltre alla Strua o all'Aquilas (già viste in altre collezzioni). Figuriamoci se pensavo di trovarne una anni '50 usata un'unica volta? Cromature perfette, plastiche come nuove (ovviamente non era così all'acquisto, ma oramai in poche ore concludo quasi tutti i miei restauri). All'interno del tappo ho trovato la traccia inequivocabile di un tentativo di preparare un caffè: un pò di polvere mummificata. Un tentativo e via in cantina! Passare dalla Moka al caffè ricircolato... un vero trauma. Possiamo apprezzare lo splendido filtro, costruito con cura e.. ..dotato di tre supporti di rinforzo. I fori radiali della base consentono il fluire del liquido fino al centro. Dopo tanti anni gioisco ancora quando trovo queste rarità. Buon segno, direi.

Eeehhhchessaràmai?

"Chi lavora sbaglia" disse la moglie alla terza moka bruciata.
Frase ineccepibile.
Inoltre, mi permetto di aggiungere, si possono anche creare delle vere e proprie opere d'arte.