lunedì 31 marzo 2014

Good Morning!!




"rubo" questo video dal blog del caffè
http://www.ilcaffeespressoitaliano.com/ 
 Trovo davvero divertente e geniale la sua realizzazione.
Per veri appassionati del caffè....

venerdì 28 marzo 2014

Er Trilussa de noantri

Ricevo e pubblico volentieri la composizione poetica del semisconosciuto M.M. di origini triestine.
Chi ha avuto l'onore di conoscerlo mai potrebbe sospettare di questa sua sensibilità...
Sotto una rude scorza e un aspetto cupo, si nasconde un animo gentile e un'artista della favella.


Riempiendo ben di acqua la caldaia
Pregusto già da or l’odor salente
Poso la cugumma sulla focaia

Il rumor resta sempre allibente
Vibrano di gioia le mie papille
Di null’altro abbisogna la mente

Di momenti così ne sogno mille
Quando il caffè verso in tazzina
Il mio duro cuor sprizza scintille

La zolletta zuccherosa fatina
Sciogliendosi nello scuro segreto
Rende godibile la caffeina

Il resto del mondo mi par faceto
Lasciatemi in pace degustare
Di interrompermi faccio divieto

Pure il tempo mi può aspettare

mercoledì 26 marzo 2014

Il caffè di Napoli è davvero il migliore al mondo?


Tanti ne sono convinti.
Ritengo sia purtroppo una abitudine al mediocre, e vale anche per l'olio, il vino, l'aceto balsamico, la pasta, il pane... 
ci abituiamo ai gusti e crediamo (o vogliamo credere) che siano ottimi.

Grazie Andrej!

De gustibus non est disputandum
ma... la qualità disputandum est!


La Storia del caffè, parte 8


Siamo già arrivati all'ottavo episodio della storia delle macchine da caffè:

Leggetelo, divoratelo, gioite di un lavoro geniale e perfetto.
Ho una sana invidia, sia come blogger che come ricercatore storico.
Grazie Michel e Pootoogoo!

martedì 25 marzo 2014

Davide Zambelli, il collezionista.


Vi invito a vedere le macchine da bar esposte da Davide, 
belle, bellissime, curate e amate.
(dal minuto 1:50)
Bravo! e 100 di queste mostre!

Napoletana esclusivista Bagnasacco, modello Gattino


Mesi fa il mio amico Guido mi diede questa caffettiera (e non solo questa)
per farne delle foto degne da condividere con gli appassionati.
La storia di questi oggetti è interessante: si trattava di un gruppo di caffettiere prodotte dalle aziende concorrenti della Irmel di Omegna.
Vennero acquistate, studiate e utilizzate per apportare eventuali modifiche e migliorie alle già meravigliose caffettiere prodotte attorno gli anni '50 - '60.
Quindi vennero lasciate chiuse all'interno di un grosso armadio in legno, a riposare per più di mezzo secolo.
Per questo il tappo è sporco, non me la sentivo di rimuovere i segni di questo "forzato" riposo.
La più bella e interessante è proprio questa semplice napoletana marca "Gattino", prodotta dalla Sao (?).
Oggi in via Cornalia 9 a Milano non c'è più la Soc. Bagnasacco, altrimenti avrei chiesto informazioni...
Notate la cura dei dettagli, e la lucentezza dell'alluminio mai posto sul fuoco..
Se un giorno incontrerete sulla vostra strada una napoletana "Gattino",
mi raccomando, accarezzatela, potrebbe farvi le fusa...

sabato 22 marzo 2014

AMA "A94"


Un sentito ringraziamento al generoso e anonimo donatore!

Ri-attenti agli scorpioni!


Corsi e ricorsi della Storia...
un post del 2012 è sempre attuale.
Rinnovo l'invito a stare attenti e a non farsi pungere da chi proprio non ne può fare a meno.

Inoltre copio e incollo da Wikipedia:

Nel significato corrente più abituale, in uso soprattutto nella letteratura psichiatrica anglosassone, il termine "paranoia" indica una contingenza di disturbo mentale lucido, caratterizzato dalla convinzione delirante del paziente di essere perseguitato (o, più specificatamente, dall'ideazione che qualcuno o qualcosa abbia intenzione di nuocergli). 



Questa condizione è spesso caratterizzabile come una degenerazione patologica di alcuni tratti caratteriali come la diffidenza, l'inclinazione al pregiudizio o l'insicurezza. Il sistema di credenze di tipo persecutorio viene elaborato dal paziente in modo lucido e sistematico, ovvero non viene in generale a mancare la funzione razionale. In questo senso la paranoia si può descrivere come un caso particolare di disturbo delirante.
Ciò che per una persona normale può essere visto come un evento casuale, per un paranoide o un paranoico può essere considerato intenzionale. Perciò in caso di paranoia a tema persecutorio, quando scatta la paranoia, il paranoico attacca la persona di cui si sente vittima in modo del tutto ingiusto e irragionevole; qualunque risposta possa dare chi è aggredito viene interpretata come un tentativo di inganno e quindi rimugina, parla molto dei suoi problemi, ne controlla i comportamenti.
Uno dei sintomi più evidenti della paranoia è la mancanza di modestia e la totale scomparsa del senso di autoironia, sia rispetto a se stesso, sia rispetto agli incarichi o alle funzioni che svolge socialmente. Il paranoico ha infatti una struttura giudicante molto rigida, protegge il suo io con strutture della negazione e della proiezione, dopo che scatta la paranoia l'aggressività propria viene vista regolarmente nell'ambiente esterno.
 Il paranoico sviluppa quindi un atteggiamento antisociale, attribuendo alla società la paranoia stessa della quale il soggetto è vittima.
 Il desiderio di vendetta che innesca questa lucida autoconvinzione è spesso causa di condotte socialmente pericolose. Raramente i paranoici si considerano malati ed in genere si sottopongono a terapia solamente se fermamente invitati.


domenica 16 marzo 2014

Mokkapaperpot

 Grazie alla geniale intuizione del mio amico Gary, ho provato in questi giorni a preparare dei caffè "alternativi".
L'idea è quella di trasformare la moka in una Aeropress; potremmo chiamarla quindi Steampress!
L'utilizzo del filtro aggiuntivo di carta potrebbe far sobbalzare dalla sedia i puristi, ma come vedremo più avanti è una soluzione davvero raffinata.
Leggete il post di Gary su HomeBarista:

Per prima cosa comprate dei filtri Melitta al Lidl (costano pochissimo!).
 Ritagliate una circonferenza di diametro leggermente più piccolo rispetto a quello del filtro.
 Bagnate il filtro..
 ..ed applicatelo al di sopra del filtro superiore.
Fiamma bassa..
 ..e caffè di alta qualità tostato da pochi giorni, vi regaleranno una bevanda davvero strepitosa.
 Immaginate un caffè delicato, certamente più chiaro, poco amaro e con ridotta acidità.
Il retrogusto è più persistente.

Mi piace.

Provate a farlo anche voi;
magari inauguriamo una nuova moda!
La Mokkapaperpot.

venerdì 14 marzo 2014

martedì 11 marzo 2014

Piccoli ometti insulsi

Capita talvolta che le vostre strade incrocino quelle di persone abbiette e sgradevoli.
E' una cosa assolutamente naturale che dopo un certo periodo decidiate di lasciarli andare al primo bivio.


Ma loro, invece, rimangono legati, si sentono mortificati dalla vostra scelta e decidono di diventare vostri nemici.
Vi inviano le loro personali maledizioni. 
Creano le situazioni per potervi umiliare pubblicamente (o così credono, poverini...)
Tramano nell'ombra, giudicano ogni vostra azione come indirizzata a far loro del male (mentre voi li avete già dimenticati), parlano malissimo di voi con i vostri amici instillando loro dubbi e paure.
Leggono tra le righe quello che dite o scrivete, estrapolando solo quello che può confermare la loro convinzione di superiorità.
E giorno dopo giorno inquinano la loro vita pensando di fare altrettanto con la vostra.
Ma c'è un rimedio...

Perdonateli.
Provate empatia.
Tagliate quei fili sottili che ancora vi legano.
Non giudicate e non lamentatevi.
La Vita, quella Vera, va avanti lo stesso.

domenica 9 marzo 2014

La Victoria Indiana


La statua di Ganesh, splendido regalo di Gary, ben si sposa con la
Victoria Arduino Venus.
Se vorrete un caffè speziato... e spirituale,
passate a trovarmi!!

giovedì 6 marzo 2014

Lavorare!



Spesso non ci rendiamo conto delle condizioni nelle quali lavoravano i nostri nonni, per creare le più belle caffettiere della nostra collezione.
Condizioni difficili, dure, orari massacranti, sacrifici e fatica.

Ma ora..
Vediamo la caffettiera sul nostro smartphone.
Effettuiamo l'offerta su Ebay.
Vinciamo l'asta e paghiamo.
Riceviamo il pacco.
Lo scartiamo.
Grande emozione per ben 30 secondi...
Riponiamo la caffettiera su uno scaffale a prendere polvere ( o peggio ancora in una buia cantina ).
E poi?
Poi magari invidiamo gli acquisti altrui...

Creatività alpina


„[Sulla conquista del Monte Nero] Quando qui si parla di questo splendido attacco che nella nostra storia della guerra viene annoverato senza restrizioni come un successo del nemico, ognuno aggiunge subito: Giù il cappello davanti agli alpini: questo è stato un colpo da maestro. (da Am Isonzo: März bis Juli 1916, Vienna, Seidel u. Sohn, 1916, p. 225)“
Alice Schalek 
 


Voglio segnalare questa bella iniziativa artistica:

in pratica si tratta di ridisegnare le forme della famosa caffettiera lignea (la Lunika),
includendo una penna alpina.

quindi armatevi di carta, penna, china, matita 2B, carboncino, acquarelli, cad, e tutto quanto altro vi possa essere utile, prendetevi una sbronza colossale di grappa friulana, e lasciate fluire la creatività...

mercoledì 5 marzo 2014

Un buon caffè... un buon Sidamo.



Elektra Semiautomatica + Sidamo...
La perfezione può esistere?
Ci si può avvicinare molto....

Strane coincidenze (o sincronicità?)


Le Coincidenze le conosciamo tutti...
Toh! Guarda un pò chi ho incontrato oggi...

Le Sincronicità le conosciamo tutti (anche se non le consideriamo tali...)
Toh! Guarda un pò chi ho incontrato oggi... lo stavo giusto pensando.

Tempo fa pensavo intensamente a questa macchina da caffè e...


lunedì 3 marzo 2014

Spot Lavazza

Nel nuovissimo spot Lavazza si intravedono alcune caffettiere.
Così belle e così.. familiari.
In questo paradiso accade davvero di tutto!

Questione di gusti?


Invito tutti gli amici appassionati di caffè a leggere l'articolo di Andrej.

Che il caffè napoletano fosse un altra cosa rispetto al resto d'Italia lo si sapeva già.
Che la tostatura  "tendente al carbon coke" donasse un retrogusto unico al mondo lo si sapeva già.
Quello che invece non si sapeva era che forse il caffè di Napoli non è il più buono al mondo.

I gusti non si discutono, ovvio.
Ma la qualità si.

sabato 1 marzo 2014

Atomic!

Gioia.

definizione: 

1.  sentimento di piena e viva soddisfazione dell'animo; allegria, letizia, felicità: gioia grande , profonda , immensa ; lacrime di gioia ' darsi alla pazza gioia , divertirsi molto | saltare per la gioia , essere pazzo di gioia , essere fuori di sé dalla gioia , (iperb.) essere contentissimo, felicissimo

2.  persona, fatto o cosa che è causa di felicità, fonte di soddisfazione o di consolazione: una bambina che è la gioia della famiglia ; le gioie della vita.

Possiamo essere felicissimi anche con piccole cose.
Piccole ma significative.
Come con una semplice Atomic Robbiati primo modello.
Oppure con una normalissima maglietta...
modello unico al mondo!

Carlos Sauret Ponsá, La Suprema - Una cafetera familiar (3)

Ho già parlato di Carlos Sauret Ponsà in due precedenti post: http://caffettiere.blogspot.com/2018/11/carlos-sauret-ponsa-la-suprema-un...