Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Ottobre, 2015

Agli albori della Vesuviana OMG

Cesare Bialetti fu il fondatore delle Officine Meccaniche Gozzano. Cesare comparve anni fa in questo Blog (http://caffettiere.blogspot.it/2013/05/juvara-bialetti.html), ed oggi riappare grazie a Pootoogoo (https://cafeoblog.wordpress.com/2015/10/22/ascenseur-pour-lexpresso-episode-16/).
Briciole di Storia.

Per i più attenti ai particolari vorrei far notare che nella descrizione del brevetto si cita la possibilità di interporre un disco in tessuto per migliorare la filtrazione.
Le buone idee sopravvivono..
http://caffettiere.blogspot.it/2014/03/mokkapaperpot.html


«La staffetta azzurra. Una ragazza nella Resistenza. Ossola 1944-1945», Page 97 (2002).
E' una bella copertura, sono molto contenta, grazie signora T. Visto che devo girare tanto, penso che sia bene farmi vedere anche da altre parti. Così ho una buona scusa per andare a trovare la mia amica Alba Bialetti a Piedimulera, cioè dalla parte opposta di dove vado di solito. Tra andata e ritorno da Pieve sono sette chilometri in più, ma o…

La più piccola Aquilas del nido

Tempo fa l'amico Alberto mi consegnò questa piccola Aquilas per una piccola pulizia e restauro. Una rarità. La versione da una tazza...  .. l'avevamo vista solo sul catalogo! Il tempo e l'uso l'avevano ridotta in condizioni pessime. Le saldature per rappezzare i buchi sono comunque anch'esse d'epoca.
I puristi storceranno il naso... ma più la osservo e più mi piace! Anzi, comincio ad apprezzare sempre di più le "imperfette".

....la forza elastica del vapore acquoso... (1867)

Comprima di P.Arnaud

Anni di ricerche...
anni difficili.

Gli altri collezionisti che trovano tanti oggetti sempre più belli, rari e costosi...
E tu, che devi accettare il fatto che le belle macchine da caffè si trovano sempre più raramente.
La concorrenza è sempre più agguerrita, e le aste andate a buon fine si contano sulle dita di una mano.
E poi arriva la noia, le invidie, i sotterfugi dei collezionisti patologici..
Tutto questo logora.
Il Sacro Fuoco della passione tende a sopirsi, le vere emozioni spariscono quasi del tutto.

Ma poi..
poi ecco arrivare una segnalazione!
E grazie agli amci, italiani e francesi, la gioia fa capolino.
Grazie Giorgio!
Grazie Vincent!!! Non l'ho pulita. Non l'ho restaurata. Non ho ricostruito il pomello. Così mi è arrivata. Così la condivido. La Comprima, una percolatrice a pompetta, dotata di camere separate coassiali; un sistema geniale per l'epoca. (1920? 1930?) Si insufflava aria all'interno del recipiente per velocizzare l'estrazione e rendere il caffè più aromatico. Q…

Andrea di Lucca

A Lucca c'è un ristorante dove la passione per le caffettiere è... davvero palpabile. Per chi fosse interessato a godere di cotante bellezze ecco il link al sito: http://www.ristorantelavecchiaposta.it/
Belle caffettiere e ben esposte. Mi piace molto l'idea di non rinchiuderle in casa!

Andate a trovare Andrea se sarete di passaggio a Lucca! Uno scambio di opinioni e di informazioni tra appassionati è sempre utile a tutti.

Storie del Caffè a Montecarlo

Tutti gli amici mi invidiarono... Come? Vai a fare una conferenza a Montecarlo?
Si , proprio a Montecarlo.  Ospitato, coccolato, rifocillato da amici meravigliosi..  Un gruppo di persone eccezionali che ha lavorato tanto per la buona riuscita della serata.  Man mano che i preparativi ci avvicinavano al momento del mio intervento... sempre più mi sentivo agitato. Ogni volta è una nuova sfida, contro le mie paure. E dopo un buffet pantagruelico...
parliamo di caffè! Preso dall'euforia avevo preparato un intervento da 4-5 ore. Ma dopo aver mangiato così tanto... Era davvero troppo! verso la mezzanotte ho dovuto terminare. Ci siamo comunque divertiti un sacco, ho condiviso la mia passione per il buon caffè. Ho preparato qualche specialità.. tanto per stupire i presenti. Ed alla fine.. è rimasto solo il profumo. Un sentito ringraziamento lo devo alla signora Claudia,
per avermi fatto vivere questa gioiosa esperienza, la quale mi ha regalato anche una sorpresa davvero inaspettata... e rivoluzionaria.