domenica 21 febbraio 2010

Golden Hard Anodizing (La Squisita) parte 1

Da quasi un mese sto testando una caffettiera
veramente particolare: La Squisita.
La forma non vi darà alcuna emozione, nè ve lo darà il colore,
acciaio sopra e grigio scuro sotto.

Dove sta la differenza allora?
La caldaia ed il filtro sono realizzati con un tipo speciale di alluminio sottoposto ad un trattamento
agli ioni di argento.
Tale trattamento garantisce una durezza pari a 5 volte tanto rispetto alle stesse parti non trattate.
La resistenza alla corrosione aumenta di 100 volte...
E qui arriva ciò che ci riguarda: la capacità di ridurre lo sviluppo di colonie batteriche passa da "nulla" ad "elevatissima" (vedi il sito ) .


La "buona" pratica d'uso della moka classica che ogni famiglia italiana utilizza quotidianamente dice che:
  1. La moka non va lavata con il sapone
  2. Più la moka è sporca e più fa un buon caffè
  3. Dopo parecchi anni di uso continuativo ( e di accumulo di residui grassi nel filtro e nel camino, e di calcare nella caldaia ) il caffè diventa eccellente.

Bene....
Resettate quanto sopra.
E preparatevi al gusto della Squisita. (...continua...)




A.A.A. offresi esperto restauratore di caffettiere e macchine da caffè.



L'arte del "piccolo restauro" si impara a fatica, dopo una serie di tristi insuccessi e di danneggiamenti irreparabili.
E in questi ultimi anni ne ho accumulata tanta di esperienza.

Avete una caffettiera alla quale siete molto affezionati ?
Vorreste riportarla in vita e farci il caffè come lo faceva vostra nonna o meglio ancora la bisnonna ?

Vorreste lucidare a specchio la vostra Atomic di alluminio ?

La resistenza della vostra adorata Stella è in corto e vi fa saltare il salvavita ?
La vostra macchina per l'espresso a leva perde da tutte le guarnizioni ?
Ci sono pezzi di bakelite mancanti ?


Scrivete al mio indirizzo :

lvxtrieste@gmail.com

allegando alcune foto, la descrizione del problema e
qualche spiritoso apprezzamento sul mio blog.
Il costo dipenderà ovviamente dal tempo stimato necessario, al quale andranno sommate le spese di spedizione.

sabato 20 febbraio 2010

Una macchina veramente .... Superba.

Che dire, questa splendida macchina da caffè
ben rappresenta uno dei 7 peccati capitali.
Nuova, usata un paio di volte, forse.
70 anni portati splendidamente bene, le cromature perfette, il cavo telato ancora flessibile,
ed una caldaia in rame di eccellente fattura.

Il filtro porta caffè è lo stesso delle Stella a spirito, il che mi fa credere che il produttore fosse della zona di Ferrara.

Certi piccoli particolari la rendono fin troppo simile alla Velox,
ma di questo vorrei conferma dalla "banda" dei collezionisti ferraresi.

Il solito ingegnoso metodo di tensione variabile permetteva l'utilizzo della macchina
anche nei paesi anglosassoni.



giovedì 18 febbraio 2010

Attenti alle caffettiere volanti!

No, non sono leggende metropolitane.
Talune caffettiere possono volare.
La ricetta è semplice:
  1. scarsa manutenzione
  2. acqua dura e valvola di sicurezza otturata
  3. caffè macinato per espresso (molto sottile...)
  4. macchina abbandonata sul fuoco
E mi raccomando: se il caffè non sale...
Non andate con il viso sopra alla caffettiera per controllare...


Cliccate qui per vedere il video.

mercoledì 10 febbraio 2010

Piccola mostra a Trieste, "la città del caffè".



Possono un pugno di vecchie macchine invogliare i miei amici lombardi ad affrontare parecchie ore di viaggio?
Oppure i miei amici e amiche emilian-romagnoli potrebbero fare una gita a Trieste solo per vedere un pò di ceramica e di metalli nobili ben assemblati ?

La mia risposta è si.

A Trieste, presso il Museo Commerciale di via San Nicolò 7, pochi fortunati potranno ammirare fino a marzo le macchine da me fotografate ieri mattina "al volo".

Pochi pezzi.
MA CHE PEZZI !!!

In uno spazio esiguo i curatori della mostra hanno esposto con cura e tanto gusto estetico delle piccole opere d'arte di deliziosa fattura.
Consiglio di cliccare sulle foto per godere di maggiori dettagli e particolari.

Sarei tentato di raccontare quel poco che conosco del signor Jean Baptiste Toselli, l'nventore di una delle più incredibili macchine da caffè di tutti i tempi: la Locomotiva Caffettiera .
Potrei citare per esempio il fatto che inventò un frigorifero per uso medico-militare da usarsi sui campi da battaglia.
Oppure svelare le sue doti di drammaturgo, quando nel 1878 scrisse le gesta di Catherine Ségurane, l'eroina di Nizza.
Lo sapevate che era anche Cavaliere dell'Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro, e che era un esperto del dialetto nizzardo?

State ancora leggendo?
LE FOTO !!!
Guardate quelle e sognate assieme a me.

La Locomotiva Caffettiera fu una miglioria estetica del metodo a sifoni già conosciuto e sviluppato dal sig. James R. Napier di Glasgow.
Sul lato destro trovava posto il recipiente dello zucchero.
La caldaia era il corpo centrale, ed il tubicino in vetro mostrava agli ospiti increduli il doppio passaggio, prima dell'acqua in un senso e poi dell'infuso di caffè nell'altro.

Qui sotto, ma la foto non le rende onore, possiamo adorare e rimanere in estasi d'innanzi alla più bella e lussuriosa macchina "Balance" che mi sia mai capitato di vedere.
Ogni millimetro meriterebbe una foto, con dei particolari e delle finiture degni della reggia di Versailles.

L'altra "Balance Regale" presenta la caldaia in ceramica di Limoges di un color
blu cobalto... commovente!

Altre macchine si susseguono, Napier, ad infusione francesi ed inglesi dipinte a mano
Macchine destinate ai ricchissimi, nobili e commercianti dell'800, che ostentavano la loro potenza anche offrendo una semplice tazza di caffè.

Belle, bellissime, rarissime e... molto ma molto care.
Tutte queste macchine raggiungono valori stratosferici e non si trovano in vendita su Ebay...

Tra le cose che mi hanno emozionato di più devo proprio segnalare il bicchiere rosso ciliegia della Napier nella sua forma più classica, con la boccia in vetro inclinata.

Un recipiente della Caffè Tergeste riporta con virile grafica il simbolo della mia amata città: l'alabarda.

E per finire una Vienna Confort, detta anche Fontana a Vapore: una macchina legata alle origini asburgiche di Trieste in grado di regalare ancor'oggi un caffè eccellente.

La mostra di per sè offre anche altre curiosità ed oggetti di rilevanza storica, ma se avessi proprio pubblicato tutto, vi avrei tolto anche quel pizzico di voglia di visitarla.

Andateci, è gratis, e questo non guasta mai...
Andateci, quando mai la rivedrete dal vivo una Toselli in ceramica con le farfalline?
Andateci, e poi cercate di corsa uno dei tanti bar che affollano Trieste, universalmente riconosciuta come la capitale dell'espresso, e bevetevi "un capo in b." alla mia salute.
Andateci.. e basta.

22 Luglio 1876, Giovanni Toselli

ATTESTAT0 di privativa industriale (22 luglio 1876 - Vol. 17, N. 315), per anni sei, a da tare dal 30 settembre 1876, rilasciato al s...