sabato 10 marzo 2012

La Lombarda (prologo)

Circa un mese fa fui contattato dal signor Nico.
Non mi vergogno ad ammetterlo, dopo aver letto la sua mail, e dopo averlo raggiunto telefonicamente, mi uscì una lacrima di gioia e commozione.

"Lucio, ma perchè continui a scrivere un blog?"
"Perchè non prepari un sito come tutti gli altri?"
"Perchè insisti con questo diario di difficile lettura?"
 "Perchè non inserisci le foto di tutte le tue macchine da caffè?"

Il signor Nico mi ha fornito in un colpo solo le risposte a queste domande che regolarmente mi sento porgere.

Questa è l'essenza del mio blog:
ricevere e trasmettere emozioni,
condividere senza pretendere,
lasciare a chi ci seguirà qualche informazione che altresì andrebbe perduta per sempre.
E' una grande fatica, ma la gioia, la vera gioia che talvolta m'investe lasciandomi senza fiato... mi stimola a continuare su questa strada.

11 commenti:

  1. Lucio!
    Il tuo Blog alle volte è molto interessante, altre volte è palloso.(Fa venire 2 palle!)

    RispondiElimina
  2. Non hai il coraggio di pubblicare ciò che ti si scrive.
    Pubblichi solo di chi ti dice che sei bravo...
    Ma quando ti scrivono che alle volte fai venire 2 palle grosse come una casa, non lo scrivi vero?
    Ti dilunghi in cazzate e mostri delle caffettiere di merda che non sono certo da collezione e dici che sono belle e rare.
    Forse faresti bene a riflettere prima di scrivere stronzate.
    Ma come ti ho già scritto, alle volte (poche) il tuo blog è piacevole.

    RispondiElimina
  3. Parli di coraggio e non ti firmi?
    Ho pubblicato sempre tutti i commenti, buoni o cattivi.
    Ho ricevuto alle 12.33 il tuo primo commento, e l'ho pubblicato subito (non appena l'ho letto... io non vivo con l'Iphone acceso).
    Credo di sapere chi sei ed anche perchè non ti firmi.
    Mi dispiace sinceramente per il momento difficile che stai attraversando, ma per una persona che non condivide il lavoro che faccio, ce ne sono 1000 contente che mi scrivono e mi telefonano giornalmente.
    Nessuno ti obbliga a leggere le mie "stronzate" (ma complimenti... sei un vero gentleman), anzi, evita di farlo perchè tanto per te non hanno alcun senso, non sei in grado di capirle.
    Caffettiere di merda? Ma sei proprio arrabbiato...
    Non sono da collezione? Mah, la collezione è soggettiva, sennò si chiamerebbe "museo".
    Dico che alcune sono belle? Si. Se a me piacciono lo dico liberamente, visto che questo è il mio blog.
    Dico che alcune sono rare? Sono 7 anni che frequento i mercatini, e giornalmente visito tutti i siti di vendita possibili; se un tipo di caffettiera l'ho vista meno di 10 volte per me è rara. Per me.
    E' comodo lanciare accuse senza avere riscontri oggettivi a sostegno.
    Fammi gli esempi, dimostra che ho torto, e pubblico ben volentieri qualsiasi rettifica.
    Oggi però hai perso un occasione per tacere.

    RispondiElimina
  4. Chi inserisce commenti di questo genere, spesso non sa cosa fare e spande il proprio maleodorante umore, o per noia o per invidia........purtroppo il web è pieno di questi "omini" che sfogano le proprie frustrazioni sulle altrui aspettative.
    Caro Anonimo, è meglio che tu resti tale, pensa però ogni tanto a come crescere un po'... forse farai qualcosa di buono in vita tua (..ma quale vita ??)
    Nico

    RispondiElimina
  5. Caro Anonimo... brutta l'invidia eh??
    Se il blog di Lucio è noioso...non voglio immaginare la tua vita...
    E aziona il cervello prima di scrivere la prossima volta!!!
    Danilo

    RispondiElimina
  6. Come si può ribattere il tuo commento, "caro" anonimo? I miei studenti (15-17 anni) forse sarebbero riusciti a fare un' osservazione più matura, ma soprattutto si sarebbero evitati questa figuraccia: il tuo commento non fa crescere. Se una cosa non ti piace, fai bene a farla notare, ma magari adottando termini meno infantili. O almeno chiami direttamente Lucio (che si mette sempre in discussione) e gli dici qual è il tuo pensiero: mettersi in discussione fa crescere.
    Andrea
    ps: colleziono anch' io quelle meravigliose caffettiere che colleziona Lucio, e per me sono una più bella dell' altra

    RispondiElimina
  7. Caro Lucio, come scrisse il sommo Poeta "Non ti curar di lor ma guarda e passa",
    non sempre le tue descrizioni immaginifiche di certe caffettiere mi trovano d'accordo,
    ma i gusti sono gusti, se qualcuno non gradisce può crearsi il suo blog e dire peste e corna
    dell'Elektra e dell'Atomic !!!!!
    Ciao
    Tinox

    RispondiElimina
  8. Egregio sig. Anonimo, ma vedi d'annattene a fanculo.
    Firmato: Anonimo. ahahahahahahahahahah

    RispondiElimina
  9. Caro Anonimo non so niente di te ne che cosa collezioni, ma so di certo che oltre ad esserti espresso da "rozzo" e da cafone non hai capito niente ne del collezionismo ne dei collezionisti. Penso che a causa della tua mancanza di sensibilità (forse non hai colpa deve essere nel tuo dna) non sia in grado di valutare approfondimenti,finezze, correlazioni, considerazioni,conoscenze, che creano quelle emozioni che sono proprio l'essenza del collezionismo e della sua funzione che è anche culturale (spero che con l'aiuto del tempo e di qualche amico paziente anche tu possa raggiungere questo traguardo fondamentale).
    Alberto

    RispondiElimina
  10. Io ho poco tempo di leggere il tuo bel Blog, ma ogni tanto riprendo in mano gli "arretrati" e sono sempre una piacevole sorpresa.
    In questo Blog si racconta una passione, non si vogliono sbandierare rarità assolute.
    Lucio continua così, e se a qualcuno non piace... che si crei un suo bellissimo Blog.

    P.s.: non dimentico che avanzi del caffè :-)

    RispondiElimina
  11. ma...ma chi cazzo è stò anonimo fammelo sapere che lo stendo

    ale

    RispondiElimina

Simpatica intervista alternativa

 Buona lettura! 😁 https://mag.sensaterra.com/it/2021/01/14/il-collezionismo-piu-di-700-caffettiere-antiche/