martedì 2 marzo 2010

La Giussani

Queste splendide macchine dei primi anni del '900 sono
l'oggetto del desiderio di tanti collezionisti (e non).
Ben poco si conosce di questa piccola ditta di Milano se non il nome del suo proprietario, il Sig. Leopoldo e la sede sita in Viale Abruzzi 68.
Alcune macchine riportano la dicitura:Officine Meccaniche Dalle Piane - Giussani & Gachter - filiale di Somma Lombarda (MI) Via Melegnano 12.
Il simbolo delle Giussani erano 2 cannoni incrociati; forse il Sig. Leopoldo era un artgliere? Ma
anche su questo particolare non ci sono notizie certe.
Questa splendida macchina entrerà a breve nella collezione di un amico
che sta già contando i minuti per poterla finalmente "possedere".
Metalli nobili, spessori generosissimi, accoppiamenti perfetti.
Rispetto alla concorrenza ferrarese, eravamo ben al di sopra ,
sicuramente anche come prezzo di vendita.
Una particolarità certa di queste macchine è l'enorme difficoltà di reperimento
delle stesse; per assurdo se ne trovano di più all'estero che in Italia.
La qui presente ci arriva direttamente dalla sacrestia di una chiesa belga.
Le macchine che preferisco sono di tutt'altro genere.. e costo.
Ma per una volta ho voluto toccare con mano una mitica Giussani (e visto che c'ero, anche effettuare un piccolo restauro conservativo) .
E tu, fortunato futuro proprietario, prepara uno spazio degno di accogliere cotanto splendore.




5 commenti:

  1. Cannoni incrociati... che magari nella genealogia del sig. Leopoldo ci sia qualche pirata e, nel caso di specie, contrabbandiere di caffè caraibico?
    :-D

    RispondiElimina
  2. Ogni ipotesi è "buona"... ahahahh

    RispondiElimina
  3. nn mi ricordavo di averla acquistata... va bhè, aspetto il suo invio allora! ;-P

    RispondiElimina
  4. Furbetto! ci hai provato, ma non sei tu l'accumulatore di Giussani....
    Per te ho qualcos'altro....

    RispondiElimina
  5. io la sto' ancora aspettando!!!!

    RispondiElimina

Simpatica intervista alternativa

 Buona lettura! 😁 https://mag.sensaterra.com/it/2021/01/14/il-collezionismo-piu-di-700-caffettiere-antiche/