giovedì 10 giugno 2010

L'arte di arrangiarsi

Qualche mese fa ho ricevuto uno splendido regalo:
una macchina da caffè antica in buonissime condizioni.
ma..
mancante di alcuni pezzi.
Facile la soluzione, basta bazzicare con costanza i mercatini delle pulci di Montmartre e controllare con cura ogni scatolina di cartone zeppa di ogni tipo di cianfrusaglie.
Peccato che Gradisca d'Isonzo disti qualche migliaio di Km!
Quindi uno deve arrangiarsi con quello che trova.

Ma che bel fornellino, quanto vuole? 
20 euro? è proprio in "mint condition..." facciamo 15!


Proprio un bel bruciatore, dei primi anni del '900, ma costruito in una lega simile al peltro, più lucido.


Ma a me serviva uno in ottone o tutt'al più in rame...
L'attività pittorica di mia moglie mi ha aiutato in questo; esistono dei colori acrilici metallizzati a dir poco stupefacenti!
Vanno stesi "a dita" per evitare di lasciare le rigature del pennello.


Poi una volta essicati vanno lavorati con estro creativo, lucidati ed invecchiati con piccoli e sapienti tocchi di patina nerastra.


magari prossimamente posterò anche il resto della macchina...

ah, dimenticavo: occhio alle magie dei rigattieri: "stucco e pittura fa bella figura" ed anche il lucido da scarpe...

3 commenti:

  1. Che dire... sei un vero mago!

    RispondiElimina
  2. L'arte della trasformazione... mai pensato tramutare il piombo in oro? ;-P

    RispondiElimina
  3. Si, già fatto, vedi il post successivo, ahahahah!

    RispondiElimina

Simpatica intervista alternativa

 Buona lettura! 😁 https://mag.sensaterra.com/it/2021/01/14/il-collezionismo-piu-di-700-caffettiere-antiche/