Passa ai contenuti principali

La Vecia Corte Sconta


In taberna quando sumus,
non curamus quid sit humus,
sed ad ludum properamus,
cui semper insudamus.
Quid agatur in taberna,
ubi nummos est pincerna,
hoc est opus ut queratur:
si quid loquar audiatur.

Quidam ludunt, quidam bibunt,
quidam indiscrete vivunt.
Sed in ludo qui morantur,
ex his quidam denudantur,
quidam ibi vestiuntur,
quidam saccis induuntur.
Ibi nullus timet mortem,
sed pro bacho mittunt sortem.
(la traduzione al termine del post)

 A Gorizia, nella parte più antica e suggestiva della città, in via Rastello, potreste avere la fortuna di intravedere l'ingresso di uno dei gioielli più reconditi della "Nizza dell'Adriatico".
Entrate, orsù, senza timore, affrontate il tunnel che porta ad una serie di corti disposte su più livelli.
Troverete Nataša che vi accoglierà con un sorriso speciale.

In altre città un siffatto locale sarebbe densamente popolato, le genti di Gorizia invece preferiscono altri punti d'incontro, sicuramente più rumorosi e scarsamente eleganti.
Il carattere elitario però è anche il punto di forza di questo così particolare Wine Bar.
Le persone che ivi si riuniscono o s'incontrano per caso, sono tutte un pò "speciali".

Lo scorso mercoledì le pareti interne hanno accolto in un caldo abbraccio i quadri di Serena.
E l'ambiente si è trasformato in un turbinio di colori e soprattutto di emozioni.
Abbiamo condiviso la gioiosa occasione con i nostri più cari amici, e qualche personaggio di spicco della provincia isontina.

In molti la sorpresa è stata ... palpabile.
In pochi mesi la qualità dei quadri della giovane artista hanno raggiunto livelli di eccellenza.

Noti esperti d'arte hanno espresso lodi imbarazzanti.

Come sempre i miei commenti sono di parte, ma comunque oggettivi ( sono il primo critico di mia moglie !).

Andate tutti alla Vecia Corte Sconta, possibilmente entro il 24 luglio, data ultima dell'esposizione, e scoprite questo incantevole luogo.


Quando siamo in osteria
La realta' se ne va via
Ma al gioco ci affrettiamo
Per il quale noi impazziamo
Cio' che accade all'osteria
Dove il soldo fa allegria
Questa e' cosa interessante
Ascoltate a orecchie attente:

C'e' chi gioca e c'e' chi beve
chi indecentemente vive
C'e' chi e' vittima del gioco
E a chi resta niente o poco
C'e' chi n'esce riverito
Chi di sacco e' rivestito.
Li' nessun teme la morte
Ma per Bacco sfida sorte

Post popolari in questo blog

Caffè: analisi della mancata evoluzione gustativa italiana (1884-1984)

Voglio sollevare un velo.
Voglio raccontare in breve una storia triste, sotto gli occhi di tutti da fin troppi anni.
E lo farò partendo da una domanda:
perché il caffè-filtro è il metodo di preparazione del caffè più usato al mondo?

Facilità d’uso. Costo dei materiali. Resa gustativa in tazza.

Perché il caffè-filtro è il metodo di preparazione del caffè più usato al mondo.. tranne che in Italia?

Partiamo con un po’ di storia…
Nel 1884 Angelo Moriondo (link)
presenta all’esposizione di Torino (link)
la sua invenzione : una grande  macchina da caffè a pressione di vapore capace di produrre centinaia di caffè all’ora.

Già Loysel nel 1861 aveva tentato la strada della produzione di caffè di massa con il suo enorme e certamente meno pratico percolatore idrostatico.

La differenza nella macchina di Moriondo stava tutta nella spinta del vapore in pressione (circa 1,5 bar) che conferiva al caffè un gusto decisamente nuovo: il sapore amaro e bruciato. 
Era nato il caffè Espresso.
Questa invenzione rivoluzi…

Sostituire la guarnizione di una caffettiera: il piccolo tutorial

Monitorando le chiavi di ricerca ho notato 2 cose:
tante persone non sono in grado di sostituire una guarnizione (mica siamo tutti esperti manutentori...)tante persone, anzi tantissime, vorrebbero sostituire la guarnizione della MokonaBialetti; il motivo non lo capisco visto che la mia Elektra spara da 4 a 6 caffè giornalieri da più di tre anni, e non l'ho mai sostituita. Possibile che si sia risparmiato anche sulla GOMMA durante la progettazione di quella incredibile macchina ??
Cambiare una guarnizione è molto semplice quando la macchina non è rimasta ferma per tanti anni: si fa leva con un coltellino (attenzione!) , la si toglie tutta intera, e si rimette la guarnizione nuova.
Poi vanno fatti un paio di caffè a vuoto, prima solo con acqua e poi con il caffè, per dare modo alla gomma di modellarsi e fare una buona tenuta.

L'amico Darril mi ha chiesto ieri lumi sulla sostituzione per una Ballarini, e viste le condizioni "granitiche" della mia guarnizione, ho colto la pa…

Come pulire e lucidare una caffettiera : il tutorial

Dopo aver ricevuto l'ennesima richiesta di documentare il mio personale metodo di pulizia delle caffettiere, ecco finalmente un piccolo tutorial.

Attrezzature occorrenti:
Ovatta lucidante Duraglit per metalli e per argentoPaglietta in ferro
Carta assorbente tipo ScottexGuanti in gomma (nitrile)Sapone liquido per piattiAlcool denaturatoStracci puliti
Una dose massiccia di pazienzaQualche litro di olio di gomito
La cavia in questo caso era una Stella anni '50 in discrete condizioni.

Il primo passo consiste nel valutare il grado di ossidazione del metallo e la quantità di grasso che normalmente ricopre le macchine tenute su qualche mensola in cucina.
Nel caso ci fosse uno strato di grasso eccessivo, suggerisco di effettuare più passate di carta assorbente ben intrisa di alcool.
Nei casi più disperati si può ricorrere a diluenti nitro o acquaragia.

Una volta sgrassato le parti si può procedere con la prima passata di ovatta.
Per certi tipi di alluminio preferisco l'ovatta specifica per …