domenica 13 novembre 2016

Neowatt 312




 Vincenzo Bovisio e Piero Cantone.
Nel 1931 i due soci diedero vita alla Neowatt e per circa 25 anni ci regalarono le macchine da caffè più eleganti e dal design più ardito di quell'epoca.

 La 312 è una di queste macchine.
Dotata di un manico di faggio verniciato, si discosta da ogni altra macchina dell'epoca (fine anni '30 - fine anni '40).
 Splendido il tappo gigante dello stesso diametro della macchina.

 Classica la presa a tre poli che permetteva di utilizzare tre diversi voltaggi.
 
 Notiamo la scritta "Mod. Dep."
Potrebbe quindi essere la prima Neowatt del dopoguerra secondo il Modello 25693 del 22/10/1946
"Macchina elettrica portatile per caffé espresso il cui corpo é di forma aerodinamica".
 Non saprei dire se l'aerodinamicità è riferita al manico.
Io non lo farei volare per verificarlo!
Volete farvi un bel regalo?
Compratevi una Neowatt. 
E coccolatela.


(nota: le foto del catalogo Neowatt sono del sig. Piero Cantone)

Nessun commento:

Posta un commento

Simpatica intervista alternativa

 Buona lettura! 😁 https://mag.sensaterra.com/it/2021/01/14/il-collezionismo-piu-di-700-caffettiere-antiche/