Passa ai contenuti principali

Una vergogna... tutta italiana


Qui sotto voglio elencare i link ai forum di discussione sparsi qua e là in tutto il mondo.
La fonte è l'ottimo Caffezine (cliccate qui) .

Ma cos'è un forum?
Wikipedia ci regala un'ottima spiegazione:
 
La parola latina forum (plurale, in latino, fora) è utilizzata in italiano per indicare l'insieme delle sezioni di discussione in una piattaforma informatica, o una singola sezione, oppure lo stesso software utilizzato per fornire questa struttura (detto anche "board").
Una comunità virtuale si sviluppa spesso intorno ai forum, nel quale scrivono utenti abituali con interessi comuni. I forum vengono utilizzati anche come strumento di assistenza online e all'interno di aziende per mettere in comunicazione i dipendenti e permettere loro di reperire informazioni.
Ci si riferisce comunemente ai forum anche con termini e locuzioni in lingua inglese come: board, message board, bulletin board oppure "gruppi di discussione", "bacheche" e altri.
Molti forum richiedono la registrazione dell'utente prima di poter inviare messaggi e in alcuni casi anche per poterli leggere. Diversamente dalla chat, che è uno strumento di comunicazione sincrono, ovvero nel quale la comunicazione avviene nello stesso momento, il forum è asincrono, in quanto la scrittura e la risposta può avvenire in momenti diversi.

Bene... 
Cerchiamo assieme quanti forum di discussione abbiamo in Italia, la patria dell'espresso, della Moka, della Napoletana, delle torrefazioni, dei produttori di macchine da bar....
Nessuno.
Zero.
Il nulla.

In questi ultimi anni ho ridotto di molto i miei interventi in Australia ed in USA, proprio per l'imbarazzo che provavo nel vedere l'enorme sviluppo culturale e l'entusiasmo dei partecipanti, dalla tostatura al restauro delle macchine, fino alla ricerca dell'espresso perfetto.
Qui da noi, nel Bel Paese, siamo rimasti al Medioevo: 
conoscenze frammentarie, segreti di pulcinella, invidie di "campanile".
Senza la Cultura del Caffè non si crea un consumo consapevole.
Senza la Cultura del Caffè le persone non spendono 1000 o 2000 euro per una macchina,
e non comprendono la differenza tra un Vero Caffè e certa spazzatura che qualcuno vende anche a caro prezzo.
Non si crea un Movimento rimanendo nella propria "zona di confort".

Io scrivo un Blog.
E spero di aver illuminato la strada.
Ma per avviare un forum ci vogliono risorse, (piccoli) investimenti e lungimiranza.



The Barista Underground (ZA)
Coffee news & talk from South Africa
Barista Spot International (MX)
Social network for baristas
CoffeeChat.org (US)
Coffeed.com Forum (US)
The barista discussion board – coffee, freshly roasted, ground, brewed, and tasted
Coffee Forums (UK)
The UK’s premier Coffee Forums – Barista Skills for the home enthusiast
Coffee Discussion Forums (US)
Coffee Forum & Reviews (US)
General coffee forum and review community. With forums and reviews on every coffee topic like equipment, beans, roasting, espresso, drip and more
CoffeeGeek (CA)
Opinion, Reviews, and forums
CoffeeSnobs (AU)
Focus on home roasting, green coffee beans, and espresso
Coffeetime (US)
Green bean coffee talk
Expresso Forum (FR)
Le forum des passionnés de café expresso sous tous ses aspects : Choix, Torrefaction, Technique, Machine
Home-Barista.com (US)
Dedicated to the Home Espresso Enthusiast
Kaffee-Netz (DE)
Die Community rund um das Thema Kaffee
Koffiepraat (NL)
Dutch forum for coffee nuts, pros & baristas
PlanetCafe (FR)
Site consacré a la préparation de cafe espresso, des machines a cafe, des moulins a cafe
RiktigtKaffe (SE)
Kaffe hemma och borta. RiktigtKaffe.se visar vägen! Sveriges kaffeforum!
ThuisBarista (NL)
Dutch espresso coffee forum
Too Much Coffee (UK)
The European coffee forum
Vacuum coffee pot collector forum
Yahoo group for people interested in vintage and modern vacuum coffee makers

Post popolari in questo blog

Caffè: analisi della mancata evoluzione gustativa italiana (1884-1984)

Voglio sollevare un velo.
Voglio raccontare in breve una storia triste, sotto gli occhi di tutti da fin troppi anni.
E lo farò partendo da una domanda:
perché il caffè-filtro è il metodo di preparazione del caffè più usato al mondo?

Facilità d’uso. Costo dei materiali. Resa gustativa in tazza.

Perché il caffè-filtro è il metodo di preparazione del caffè più usato al mondo.. tranne che in Italia?

Partiamo con un po’ di storia…
Nel 1884 Angelo Moriondo (link)
presenta all’esposizione di Torino (link)
la sua invenzione : una grande  macchina da caffè a pressione di vapore capace di produrre centinaia di caffè all’ora.

Già Loysel nel 1861 aveva tentato la strada della produzione di caffè di massa con il suo enorme e certamente meno pratico percolatore idrostatico.

La differenza nella macchina di Moriondo stava tutta nella spinta del vapore in pressione (circa 1,5 bar) che conferiva al caffè un gusto decisamente nuovo: il sapore amaro e bruciato
Era nato il caffè Espresso.
Questa invenzione rivoluzi…

Sostituire la guarnizione di una caffettiera: il piccolo tutorial

Monitorando le chiavi di ricerca ho notato 2 cose:
tante persone non sono in grado di sostituire una guarnizione (mica siamo tutti esperti manutentori...)tante persone, anzi tantissime, vorrebbero sostituire la guarnizione della MokonaBialetti; il motivo non lo capisco visto che la mia Elektra spara da 4 a 6 caffè giornalieri da più di tre anni, e non l'ho mai sostituita. Possibile che si sia risparmiato anche sulla GOMMA durante la progettazione di quella incredibile macchina ??
Cambiare una guarnizione è molto semplice quando la macchina non è rimasta ferma per tanti anni: si fa leva con un coltellino (attenzione!) , la si toglie tutta intera, e si rimette la guarnizione nuova.
Poi vanno fatti un paio di caffè a vuoto, prima solo con acqua e poi con il caffè, per dare modo alla gomma di modellarsi e fare una buona tenuta.

L'amico Darril mi ha chiesto ieri lumi sulla sostituzione per una Ballarini, e viste le condizioni "granitiche" della mia guarnizione, ho colto la pa…

Come pulire e lucidare una caffettiera : il tutorial

Dopo aver ricevuto l'ennesima richiesta di documentare il mio personale metodo di pulizia delle caffettiere, ecco finalmente un piccolo tutorial.

Attrezzature occorrenti:
Ovatta lucidante Duraglit per metalli e per argentoPaglietta in ferro
Carta assorbente tipo ScottexGuanti in gomma (nitrile)Sapone liquido per piattiAlcool denaturatoStracci puliti
Una dose massiccia di pazienzaQualche litro di olio di gomito
La cavia in questo caso era una Stella anni '50 in discrete condizioni.

Il primo passo consiste nel valutare il grado di ossidazione del metallo e la quantità di grasso che normalmente ricopre le macchine tenute su qualche mensola in cucina.
Nel caso ci fosse uno strato di grasso eccessivo, suggerisco di effettuare più passate di carta assorbente ben intrisa di alcool.
Nei casi più disperati si può ricorrere a diluenti nitro o acquaragia.

Una volta sgrassato le parti si può procedere con la prima passata di ovatta.
Per certi tipi di alluminio preferisco l'ovatta specifica per …