venerdì 28 marzo 2014

Er Trilussa de noantri

Ricevo e pubblico volentieri la composizione poetica del semisconosciuto M.M. di origini triestine.
Chi ha avuto l'onore di conoscerlo mai potrebbe sospettare di questa sua sensibilità...
Sotto una rude scorza e un aspetto cupo, si nasconde un animo gentile e un'artista della favella.


Riempiendo ben di acqua la caldaia
Pregusto già da or l’odor salente
Poso la cugumma sulla focaia

Il rumor resta sempre allibente
Vibrano di gioia le mie papille
Di null’altro abbisogna la mente

Di momenti così ne sogno mille
Quando il caffè verso in tazzina
Il mio duro cuor sprizza scintille

La zolletta zuccherosa fatina
Sciogliendosi nello scuro segreto
Rende godibile la caffeina

Il resto del mondo mi par faceto
Lasciatemi in pace degustare
Di interrompermi faccio divieto

Pure il tempo mi può aspettare

Nessun commento:

Posta un commento

Simpatica intervista alternativa

 Buona lettura! 😁 https://mag.sensaterra.com/it/2021/01/14/il-collezionismo-piu-di-700-caffettiere-antiche/