lunedì 23 luglio 2012

il bricco atomico

Trovare un'Atomic Robbiati è cosa rara.
Trovarla completa di bricco, ancor di più!
Per i modelli quali la 1° serie e la 2° (quella del 1950) non esistono ricambi o copie.
Per questo motivo ringrazio pubblicamente Luciano di avermene trovato uno, benchè privo della maniglia in plastica.
Ho quindi provveduto a ricostruirla "al volo" con la pasta termoindurente.
Non sarà perfettamente uguale all'originale (qui sotto) ma comunque rimane un restauro... originale!
La pasta va modellata con cura (potete inserire nell'impasto un pò di vasellina), e poi dopo averla "cotta al forno" va lavorata con carta vetrata e paglietta d'acciaio.
Per ripristinare il colore nero potrete poi usare del normale lucido da scarpe.

Nessun commento:

Posta un commento

Simpatica intervista alternativa

 Buona lettura! 😁 https://mag.sensaterra.com/it/2021/01/14/il-collezionismo-piu-di-700-caffettiere-antiche/