domenica 15 gennaio 2012

ESTRO


Marco è un collezionista toscano, una "new entry" nel nostro guppo di "matti".
Giorni fa mi chiese di pubblicare qualche sua macchina.
Ma certamente!
Il mio blog è aperto a tutti.
Specialmente quando le macchine sono di questo livello...
WOW! Che bella!
Eleganza allo stato puro.
Notiamo lo spessore dell'alluminio: indiscutibilmente 1950 (o giù di lì).
L'aggancio del tappo è a baionetta e le due "C" vanno allineate per chiuderlo.
Il tappo in bachelite è assolutamente originale, unico esempio nel variegato mondo delle caffettiere.
Potremmo definirla... estrosa.
Fantasiosa, stravagante.
O animalescamente parlando...
in calore!
Il bricco è massiccio ed il manico sembra ultra-robusto.
Altro elemento distintivo è l'aletta in alluminio che aggancia il manico al bricco.
Il filtro ricorda quello delle macchine Coppo, in fusione, ma con un pregiatissimo tubo in ottone...
...e la valvola di sfiato posta all'interno dello stesso.
Il fitro a rete è posto al di sopra di questo disco forato.
Secondo me manca un ulteriore disco forato, ma questo lo scopriremo solamente quando ne troverò una uguale (speriamo moolto presto).

Grazie Marco, attendiamo le tue prossime meraviglie!

1 commento:

  1. Ma dove diavolo le trovano certe chicche con dentro una goccia di caffè?!?!?
    berti

    RispondiElimina

Simpatica intervista alternativa

 Buona lettura! 😁 https://mag.sensaterra.com/it/2021/01/14/il-collezionismo-piu-di-700-caffettiere-antiche/